ventinovegiugnoduemilacinque

Ascolto Superunknown dei Soundgarden e maturo la certezza che io, Chris Cornell, con la voce che aveva all'incirca 15 anni fa, me lo farei. Così, a sangue freddo. E anche Manuel Agnelli.
Che voce…
Domenica ho visto per la prima volta in concerto gli Afterhours.. E' stato bellissimo poter cantare a squarciagola le canzoni che mi fanno vibrare così tanto. Peccato non essere stata lì sul prato, a causa di compagnie poco avvezze all'adrenalina di un concerto. Ma meglio che niente. Fortuna che ha cancellato il ricordo del concerto del 6 giugno… E di tutta la rabbia che l'aveva anticipato. E mi fermo qui perchè in genere non porto rancore ma questo argomento mi fa stare male. Veramente male.

Questa canzone la scrivo per cattiveria, perchè ho la sensazione di essere stata davvero venduta agli arabi per l'uomoconlavogliasulbracciosini stro.

-k-

THE CURE
Killing an Arab

Standing on the beach
With a gun in my hand
Staring at the sea
Staring at the sand
Staring down the barrel
At the arab on the ground
I can see his open mouth   
But I hear no sound   

I'm alive
I'm dead
I'm the stranger
Killing an arab

I can turn
And walk away
Or I can fire the gun
Staring at the sky
Staring at the sun
Whichever I chose
It amounts to the same
Absolutely nothing

I'm alive
I'm dead
I'm the stranger
Killing an arab

I feel the steel butt jump   
Smooth in my hand
Staring at the sea
Staring at the sand
Staring at myself
Reflected in the eyes
Of the dead man on the beach
The dead man on the beach

I'm alive
I'm dead
I'm the stranger
Killing an arab

ventinovegiugnoduemilacinqueultima modifica: 2005-06-29T12:15:16+02:00da graceful_swan
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento